Scuola Media Statale "Padre Pio" > Avvisi e Notizie > Prevenzione Rischio Cardiovascolare: grazie ALMAC!
Ultima modifica: 20 marzo 2017

Prevenzione Rischio Cardiovascolare: grazie ALMAC!

Condividi :

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail

Si sviluppa ulteriormente l’azione della nostra scuola per l’Educazione alla Salute degli studenti e dei loro genitori.

Nei precedenti due anni il nostro progetto Dire, Fare… Salute! ha visto la collaborazione, a titolo gratuito, dei dottori Stefano Villani, Salvatore Muscatelli, Salvatore Leccisotti, Giuseppe Antonucci, delle associazioni ABC The New Care ALMAC.

Quest’anno il progetto è rafforzato da un aumentato impegno dell’Associazione ALMAC, Associazione per la Lotta delle Malattie del Cuore, una ONLUS senza scopo di lucro che ha come Presidente il prof. Michele Renato Piancone.

Infatti i circa 100 studenti che frequentano i corsi di avviamento alla pratica sportiva della nostra Scuola potranno eseguire l’elettrocardiogramma ed eventualmente sottoporsi a visita cardiologica se necessario, in modo completamente gratuito, presso lo studio medico della dott.ssa Matarese Mirella (consigliere di ALMAC), in via Santa Lucia n.93

Gli studenti saranno organizzati in gruppi dalle prof.sse Marilena Di Pumpo e Negri Giuliana, referenti per il C.S.S. (Centro Sporivo Scolastico), secondo il seguente calendario:

• sabato 22/10/2016 dalle 15.30 alle 17.00
• sabato 12/11/2016 dalle 15.30 alle 17.00
• sabato 19/11/2016 dalle 15.30 alle 17.00

In seguito l’associazione ALMAC avrà incontri con studenti, docenti e genitori finalizzati alla formazione di corretti stili di vita per la prevenzione del rischio cardiovascolare. Questi incontri saranno coordinati dalle prof.sse Rosamaria Negri  e Assunta Manna, referenti per l’Educazione alla Salute.

Ringrazio a nome mio personale e dell’intera comunità scolastica l’associazione ALMAC per il contributo, quest’anno ancora più importante, che dà per il successo del progetto.

Il Dirigente Scolastico

prof. Matteo Scarlato

Condividi :

facebooktwittergoogle_plusmailfacebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

 

*