Istituto Comprensivo "via Pietro Nenni" > eTwinning nella politica didattica e formativa della nostra Scuola
Ultima modifica: 8 febbraio 2018

eTwinning nella politica didattica e formativa della nostra Scuola

Dal PTOF della Scuola

e-Twinning

eTwinning (www.etwinning.net) è la più grande community europea di insegnanti attivi nel gemellaggio elettronico, nata nel 2005 su iniziativa della Commissione Europea. Il Portale è disponibile in 28 lingue e conta oggi 230277 utenti registrati e più di 5462 progetti in corso fra due o più scuole in tutta Europa.

La comunità di eTwinning promuove la collaborazione attraverso una piattaforma informatica che coinvolge i docenti facendoli conoscere e collaborare in modo semplice, veloce e sicuro, sfruttando le potenzialità delle nuove Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC), per favorire un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione e la creazione di un sentimento di cittadinanza europea condiviso nelle nuove generazioni.

L’azione è il tramite per aprirsi ad una nuova didattica basata sullo scambio e la collaborazione in un contesto multiculturale con numerose opportunità di formazione e un sistema di premi e riconoscimenti di livello internazionale.

La nostra scuola dall’ a. s. 2014 ha aderito, prima alla formazione, e poi a diversi progetti.

La partecipazione di docenti ed alunni di alcune classi danno vita ad una didattica innovativa in un’ottica interdisciplinare e trasversale, che consente ai progetti di diventare parte integrante del Piano Triennale dell’Offerta Formativa , perché contribuiscono ad evidenziare la partecipazione alle politiche europee di cooperazione e si configurano come luogo della collaborazione con il  territorio: enti sociali, associazioni, parti sociali, enti culturali.

In  sintesi lavorare con eTwinning significa:

  1. Scambio, collaborazione e confronto

La collaborazione a distanza fra scuole e il coinvolgimento diretto di docenti e alunni sta alla base dei gemellaggi eTwinning. Chi partecipa alla community può contare su una piattaforma online di ultima generazione, pensata per facilitare la collaborazione e lo scambio di idee, approcci ed esperienze, in una logica di comunità di pratica e apprendimento tra pari. I progetti di gemellaggio sono gestiti in uno spazio virtuale che consente di impostare le attività ed il coinvolgimento diretto dei docenti e degli alunni partner.

  1.  Innovazione didattica

I progetti possono svilupparsi intorno a una materia specifica, oppure concentrarsi su argomenti del programma d’insegnamento, coinvolgendo più discipline in attività intercurriculari. eTwinning incoraggia infatti l’integrazione del progetto all’interno delle ore di lezione e offre agli alunni l’opportunità di migliorare le loro competenze nel corso della normale attività didattica, favorendo in particolare quelle relazionali, di problem solving, l’utilizzo di lingue straniere in contesti reali, competenze tecnologiche, creatività e capacità di lavorare in gruppo per raggiungere obiettivi comuni.

  1. Contesto multiculturale

Attraverso lo scambio con coetanei di Paesi stranieri docenti e ragazzi possono entrare in contatto con contesti e culture diverse, per una didattica e un ambiente scuola aperti alla multiculturalità. I gemellaggi elettronici possono coinvolgere le classi iniziando come un semplice progetto di scambio di corrispondenza fino a diventare veri e propri partenariati pedagogici di mobilità reale tra due scuole. eTwinning può rappresentare quindi un primo passo per un’internazionalizzazione dell’attività scolastica nel suo complesso.

  1. Formazione e aggiornamento

Con eTwinning gli insegnanti hanno la possibilità di costruire progetti didattici che partono dalla condivisione con un collega europeo di obiettivi, tecniche e idee maturate nel loro percorso professionale, per un aggiornamento basato sullo scambio di approcci, metodologie ed esperienze didattiche. Parallelamente all’attività nei gemellaggi, gli iscritti ad eTwinning possono beneficiare di numerose occasioni di formazione, online e in presenza, che possono coinvolgere anche esperti di livello nazionale ed internazionale.

  1. Motivazione e riconoscimento

 Insegnare con eTwinning significa anche ottenere riconoscimenti e certificazioni per i risultati ottenuti attraverso i gemellaggi elettronici svolti, ottenendo visibilità del proprio lavoro e premi da condividere con colleghi e alunni. Esistono due tipologie di riconoscimento per i docenti iscritti, una a livello nazionale ed una a livello europeo. La valutazione viene fatta da esperti della rete eTwinning, sulla base di criteri condivisi tra tutti i Paesi aderenti, nella piena convinzione che solo attraverso la valorizzazione e lo scambio di pratiche di qualità si possa contribuire alla modernizzazione dei sistemi educativi.

  1. Facilità, sicurezza e supporto

La piattaforma è stata studiata per dare la possibilità di strutturare la collaborazione in modo flessibile e autonomo, nel rispetto alle esigenze didattiche e agli obiettivi del curricolo, senza bisogno di conoscenze informatiche o particolari strumentazioni tecniche. Attivare un gemellaggio eTwinning è semplice, ed è un’attività a completa discrezione dei docenti partner. Non esistono infatti vincoli temporali e procedure burocratiche per iniziare a lavorare. Grande attenzione è data alla sicurezza del sistema, per garantire la riservatezza dei dati. Grazie alla rete eTwinning, ogni iscritto può inoltre beneficiare di un supporto continuo durante tutte le fasi del progetto.